Regola del 2-3-4

Please download Java(tm).

Home Indietro

REGOLA del 2-3-4

Autore: Larry Cohen – pubblicata: 1/09/2011 Livello: intermedio.

Ecco una cosa di cui non potevate fare a meno: un’altra regola! Anche se questa è un po’ vecchiotta ha due pregi: parla dei barrage e della situazione di vulnerabilità.

A sfavore di zona - "2"

Quando si fa un barrage ci tengo molto ad osservare la situazione di vulnerabilità. Se è “sfavorevole” (cioè voi siete in zona e gli altri in prima), vi raccomando di andarci molto cauti. Seguendo la Regola del 2,3,4 in questo caso dovremmo prevedere di andare 2 down. Vediamo degli esempi, con:

♠K Q J 10 9 5  ♥5 4  ♦J 5 2  ♣5 4.

Non dovreste aprire in sottoapertura 2 perché contate solo 5 prese (e sareste così 3 down). Ma mettiamo che abbiate:

♠K Q J 10 9 5  ♥5 4  ♦K 5 2  ♣5 4,

 Qui ci sta l’apertura di 2 perché contiamo il Re, protetto, come una presa e quindi prevediamo di andare 2 down.

 Stesso concetto con:

♠A K Q 10 8 7 5  ♥6 5 4  ♦4 2  ♣2

possiamo aprire di 3 in situazione di vulnerabilità sfavorevole (contiamo 7 prese e quindi down di 2). E’ un buon consiglio non solo come sicurezza, ma anche per descrivere correttamente la vostra mano al compagno che può così decidere e concludere la licitazione.

 Adesso altre situazioni di vulnerabilità.

 Parità di zona - "3"

Cioè quando entrambe le coppie sono in prima o in zona. In questo caso la Regola del 2,3,4 suggerisce di prevedere di andare 3 down.

Per esempio, tutti in prima, potete aprire di 2 (debole) con:

♠A 7 6  ♥Q J 10 9 8 5  ♦6 4  ♣4 2.

 Prevedete di incassare 4 prese a e l’A di (cioè down di 3).

 A favore di zona- "4"

 Come la mia amica e collega Roberta Salob dice: “ Scatenatevi ragazzi !”. O anche il mio ex-compagno di gara e amico Marty Bergen afferma: “ Quando siamo a favore di zona non si parla più di bridge!“ – cioè scatenatevi a dichiarare senza freni! La Regola suggerisce di prevedere di andare 4 down, perciò aprite tranquillamente di 2 con:

 ♠Q J 10 8 7 6  ♥5 4 3  ♦♣5 4 3.

 Potreste (ottimisticamente) fare 4 prese, tutte a , andando così 4 down. Cosa succede se nella vostra Convention Card avete indicato 5-11 p.o. per le aperture deboli? Niente! Forse potreste correggerla e indicare 3-11 p.o. ma è accettato pacificamente da tutti che la dichiarazione è influenzata dalla situazione di vulnerabilità.

Come giudico la Regola del 2,3,4?

La considero una buona traccia, ma non da prendere per oro colato. Innanzitutto ognuno ha il suo stile dichiarativo e livello di confortevolezza. Alcuni sarebbero più adatti a farsi la Regola del 3,4,5 (i bombaroli) altri si trovano più a loro agio con la Regola del 1,2,3. Io personalmente tendo a considerare molto la mia situazione di zona. Cioè se sono in zona cerco di stare entro le 2 prese down, mentre in prima sono più rilassato.

 Inoltre guardo molto alla qualità dell’atout. Se ho ♥J98764 difficilmente apro di barrage a prescindere dalle prese che prevedo di andare down. Voglio che il mio compagno possa attaccare nel seme da me nominato. In più ho paura che mi rimanga il 2♥ contrato, cosa rara quando ho un palo decente. Il mio consiglio generale è di aprire di barrage a livello 2 con 6 carte e a livello 3 con 7.

Anche la posizione ha la sua importanza. In seconda posizione sono sempre cauto, anche non in zona. Se l’avversario è passato ci sono buone probabilità che il contratto sia nostro, anche la manche. Perciò sono molto preciso e disciplinato nel barrage. Se invece sono in terza posizione, cioè anche il mio compagno è già passato, penso che la mano sia loro e cerco di dare il maggior fastidio possibile e mi prendo più libertà. Quando sono mazziere sto in una posizione “mediana”.

Riassunto in base alla posizione:

-primo di mano: “normale”; -secondo di mano: “preciso”; -terzo di mano: “aggressivo”.

Infine tenete presente che non è sempre semplice “contare” le prese. Quante ne contate con ♠K109765 ? E con  ♥AQ8764 ?  

Riassunto

La Regola del 2,3,4 è una buona traccia, da tenere presente, ma da integrare con la valutazione della situazione di zona, qualità dell’atout e posizione al tavolo (1°, 2° o 3° di mano).

 

 (Articolo tratto e tradotto dal sito di Larry Cohen, http://www.larryco.com/, a cura di Giorgio Cacciaguerra e Marco Previati).

Home | Indietro