Il Ritorno

Please download Java(tm).

Home Indietro

RITORNO IN PISTA

Pubblicata il 1 dicembre 2010; Livello: Per Tutti.

 Dopo più di un anno dal mio ritiro (a questo punto va definito un “semi-ritiro”, da non confondere con il Senza semi-forzante...) sono stato attirato da un ritorno al bridge giocato.

Ogni quattro anni i Campionati del Mondo sono “Open” (cioè chiunque può parteciparvi). Gli altri tre anni l’unico modo per competere per il Titolo mondiale è di vincere le selezioni Statunitensi. Inoltre nel 2010 questo mondiale open si teneva a Filadelfia e un mio vecchio amico mi ha chiesto di giocare nella sua squadra.

Jeff Wolfson at Thanksgiving, 2010

Foto di Jeff Wolfson durante il Ringraziamento 2010.

Jeff Wolfson voleva provare a mettere su una buona squadra (cosa non facile perchè tutti i migliori giocatori sono sempre super impegnati, anche per impegni di sponsor). Abbiamo finito per formare una squadra con una nuova coppia americana (Rosemberg-Willenken) e una giovane coppia israeliana (Ginossar –Pachtman) oltre a noi due.

Senza grandi aspettative abbiamo superato il Round Robin e poi vinto il turno, con 64 squadre rimaste, contro il Belgio. Nel turno con 32 squadre abbiamo combattuto con la forte squadra Sud Africana  (la stessa che ha battuto la fortissima squadra Italiana al Bermuda Bowl del 2007). Anche qui abbiamo vinto e nel successivo turno, a 16, ci siamo trovati di fronte due delle migliori dieci coppie del mondo! Lauria-Versace e Balici-Zmudzinski, ma abbiamo fatto la parte di Cenerentola vincendo imprevedibilmente.

Nel turno a 8 abbiamo battuto i Campioni Americani in carica (compreso Levin-Weinstein).

Infine nelle semi-finali abbiamo ceduto di 4 IMP contro la squadra NICKELL (che comprendeva Zia-Hamman e Meckstroth-Rodwell), in un incontro mozza-fiato. Per me è stato un gran ritorno al bridge giocato. Quasi campioni del Mondo!

Adesso vi racconto dove secondo me abbiamo sbagliato o avremmo potuto fare meglio. Sebbene come  nuova coppia siamo stati molto efficaci, abbiamo avuto due grandi nei. La mia filosofia generale è di “evitare incidenti”. Quando ci siamo accordati su che sistema adottare, l’abbiamo tenuto sempre molto semplice con l’obiettivo di giocare tranquilli senza possibili disastri.

Ecco due disastri che abbiamo fatto, che ci possono essere costati il titolo mondiale.

In semi-finale:

 

Bob Hamman

 

Vul: E-W
Dic:Est

♠A 10 3 2
♥A K 7 6
♦A 9
♣6 3 2

 

Larry

 

Jeff

♠Q 7 6 5 4
♥J 2
♦5
♣K Q 10 8 5

 

♠--
♥Q 8 5
♦J 10 8 7 6 4 3 2
♣9 4

 

Zia

 

 

♠K J 9 8
♥10 9 4 3
♦K Q
♣A J 7

 

Zia, in Sud ha aperto di 1SA. Io, in Ovest, probabilmente sarei dovuto passare, ma mi sono lanciato, usando una delle poche convenzioni che avevamo deciso di usare. Ho detto 2, mostrando una bicolore con   ed un altro seme di rango superiore. Di per sè non sarebbe stata una cosa disastrosa.

Nord ha contrato, mostrando punti.

E ora?

Quando giochi qualsiasi convenzione (in questo caso la DONT) è importante approfondire le “continuazioni”. Jeff voleva comunicarmi che NON aveva interesse per i miei colori, ma voleva giocare nel SUO colore, le . Come poteva fare a dirmelo?

Se dichiara le  a livello vuol dire “Passa o Correggi”? Oppure vuol dire: "Ho io le "? Ne avevamo discusso, ma non avevamo parlato di un Salto. Jeff ha detto 3, dopo essere passato di mano. Può essere una mano di barrage a ? Oppure può volere dire: “Passa se il tuo secondo palo è o Correggi nell’altro tuo maggiore”? I nostri approfondimenti precedenti erano contrastanti. Il fatto che Jeff fosse passato di mano, cambiava le cose?

Comunque lui lo intendeva in un modo (“ho le “) e io lo ho interpretato in un altro (passa o correggi), per cui ho dichiarato 3 dando il via ai Contro avversari. Siamo finiti in 4!

Sono rimasto male quando è sceso il morto, ma felice che ci fosse costato solo 500. Se Nord Sud hanno manche (ce l’avevano) la perdita può essere contenuta (500 contro 420). Purtroppo i nostri compagni sono arrivati allo sfortunato contratto di 4  meno 1  (3SA o 4  sono fattibili). Una bella batosta per la nostra squadra; decisiva in un match perso di soli 4 IMP.

Questo è un esempio dell’uso di convenzioni senza avere prima approfondito tutte le sfaccettature delle continuazioni, uno dei miei pallini.

Faremo in modo che non succeda più.

L’altro incidente è successo nei play-off per la medaglia di bronzo.

♠Q 8 7 6 5
♥A 2
♦A Q 8 7 6
♣2

Jeff aveva questa mano e la licita è iniziata come nella tabella. 1  è stato allertato in quanto artificiale e spiegato come: ”mostra le “ (piuttosto in uso ai giorni nostri). Noi non ci eravamo preparati in maniera approfondita su questa situazione. Jeff pensando che fosse una buona mano per entrare con le Michaels, ha dichiarato 2.

Ovest

Nord

Est

Sud

 1♣

Passo

1♦

??

Siccome la dichiarazione 1  significa effettivamente 1  Jeff dichiarando 2  voleva fare una licita artificiale, Michaels,  indicando gli altri due colori. Purtroppo avevamo discusso, brevemente, e deciso di usare in maniera Naturale  questo tipo di dichiarazione (cioè intervento 2  su una risposta 1 all’apertura  1), ma capisco che non sia facile da memorizzare. E soprattutto non avevamo discusso il caso di 1  che indica 1.

Sfortunatamente io la ho interpretata come indicante le  mentre Jeff la intendeva come Michaels.

Un altro incidente che ci è capitato e che ci è costato 500 contro un parziale avversario.

Ciò mi porterà a Ri-ritirarmi ? Ho qualche piccolo impegno di gioco a Orlando in Novembre e Dicembre e poi ci penserò. Comunque se rigiocherò insieme a Jeff state sicuri che studieremo molto la “prevenzione di incidenti” e non convenzioni da aggiungere!

(Articolo tratto e tradotto dal sito di Larry Cohen, http://www.larryco.com/, a cura di Giorgio Cacciaguerra e Marco Previati).

Home | Indietro