Etica e Regolamento

Please download Java(tm).

Home Indietro

ETICA e REGOLAMENTO

In questo esempio, Cohen tratta una mano all’apparenza banale, che ha però un risvolto comportamentale molto importante.

Anche i grandi giocatori, anzi, specialmente i grandi giocatori, sono molto attenti a questo aspetto.

 

Cosa pensi dei seguenti avvenimenti, da un recente campionato regionale:

Q94

--

J109542

10876

Tutti in zona, l’avversario di sinistra ha aperto di 1 NT (15-17 p.o.) e il tuo compagno ha contrato. Non è il mio sistema preferito ma questa coppia usava il contro punitivo. L’avversario di destra passa e ora tocca a te. Con mani bilanciate, anche brutte, dovresti “tenere” il contro. Ma con questa, penso sarai d’accordo che è meglio dire 2. Il tuo compagno come temevi dice 2. Senz’altro ha una mano semplicemente troppo bella per dichiarare subito le cuori. Lo lasci o decidi di dire 3?

Io credo che sarei passato (il compagno non ha detto niente di quadri, potrebbe anche non averne). Ma diciamo che dici 3 come effettivamente il giocatore che aveva questa mano ha fatto. Fino adesso quasi normale. Ora però arriva la dichiarazione che ti fa tremare: 3. Sarebbe stato meglio passare sul 2. Va bene, vuol dire che passerai adesso prima che fiocchino i contro, giusto?

Sbagliato!

Questo giocatore persiste con 4. E naturalmente il compagno corregge a 4. Si sta mettendo male. L’avversario di destra contra. Certamente ne hai avuto abbastanza. No: “surcontro “ dice il nostro lottatore. Sebbene fosse un surcontro S.O.S. tutti passano. Contratto finale: 4 surcontrati! Brrr!!

 

Cosa è successo? C’è qualcosa che ci sfugge. Si scopre che 2 è stato allertato come transfer per le cuori. L’alert era corretto. Ma colui che ha dichiarato 2 si è dimenticato che il sistema vige anche dopo il contro. Così 2 sarebbe stato Stayman e 2 e 2 transfer. Accidenti.

Panico. Hai mostrato le cuori e invece non ne hai nessuna! Così il compagno completa il trasferimento dichiarando 2. Pensi che puoi trovarti a giocare le cuori con un fit 3-0 così correggi a 3. Sul 3 del compagno fuggi a 4. Sul contro a 4, cerchi ancora un rifugio.

Va tutto bene? NO. Fammelo ripetere: NO !!!!!

E’ un concetto difficile da capire per molti giocatori. Vediamo se riuscite a seguirmi: quando il giocatore ha dichiarato 2 pensava fosse naturale. Non è autorizzato a sentire l’alert e a svegliarsi!

Fammelo ripetere in altro modo: pensava di mostrare le quadri, e ce le aveva. Quando il suo compagno dichiara cuori lui deve comportarsi come se non avesse visto l’alert. E così comportarsi come se il compagno avesse un proprio palo di cuori forte (anche se ha capito dall’alert che può non essere così).

Ripetiamolo ancora una volta. Ad una prima lettura non siete stati tentati di passare sul 2? O, certamente sareste passati sul 3.

Perciò, con l’“informazione non autorizzata” (questo è il termine tecnico) NON puoi trarne vantaggio e cercare un rifugio per limitare i danni. Devi comportarti come se il compagno avesse le cuori.  Non so come altrimenti spiegarlo, spero che sia chiaro.

Certamente questa “azione consequenziale” è stata fatta in buona fede perché conosco il giocatore che l’ha fatta ed è uno che ci tiene al comportamento corretto. Sicuramente non ha fatto apposta a violare il regolamento. Forse non aveva chiaro le implicazioni e i doveri che comporta l’alert (ma ora li capirà se legge questo articolo).

In questo caso il comportamento corretto sarebbe anche stato premiato. Il compagno aveva effettivamente delle belle cuori. Così belle (KJxx AKJ10987 x K) che avrebbe fatto facilmente 9 prese da solo segnando così +140 se fosse passato a 2 o 3. Invece a 4 surcontrati si va 1 down, che sono 400 punti. Costoso. Gli avversari hanno segnato 11 IMP (all’altro tavolo hanno fatto +140) e forse una lezione da ricordare.

 

(Articolo tratto e tradotto dalla newsletter di Maggio ‘08 di Larry Cohen, www.larryco.com, a cura di Giorgio Cacciaguerra).

 

Home | Indietro