28-08-1969

Please download Java(tm).

Home Indietro

Articolo tratto dal settimanale Panorama - 28 agosto 1969

BRIDGE

di Pietro Forquet

Un sorprendente recupero

Uno degli incontri più difficili che l’Italia disputò nell’ultimo campionato europeo fu quello contro la Svezia. Alla fine del primo tempo la squadra svedese conduceva per 63 a 17 e sembrava la sicura vincitrice del match. Nel secondo tempo, invece, i giocatori italiani riuscirono a annullare totalmente lo svantaggio concludendo vittoriosamente l’incontro per 75 a 71.

Ecco le due mani che più contribuirono al sorprendente recupero della squadra italiana:

NORD

 D 4 3

* 9 8 7 5

 A 8 5 4

 A 10

OVEST                                                                             EST

 --                                                                                A F 9 8 5

* A D 10 6 3 2                                                               * R F

 --                                                                                D 7 6 3

 D F 8 7 5 4 2                                                               9 6

SUD

 R 10 7 6 2

* 4

 R F 10 9 2

 R 3

 

Tutti in zona. La dichiarazione in sala chiusa:

SUD                     OVEST                NORD                 EST

Belladonna         Axelsson              Garozzo              Holmgren

1 picche              2 cuori                 2 picche              2 S.A.

3 picche              4 fiori                   4 picche              contro

passo                   passo                   passo

 

Il passo di Ovest, con una sette-sei, è senza dubbio criticabile. Il suo attacco fu Asso di cuori e cuori. Dopo aver tagliato, Belladonna proseguì con piccola picche per la Donna e per l’Asso, mentre Ovest scartava una fiori. Est ritornò con il 9 di picche e Belladonna, preso con il 10, continuò con Fante di quadri per l’Asso, 8 di quadri lasciandolo passare e altri due giri di quadri sorpassando la Donna di Est. Quindi Re di fiori e fiori per l’Asso portarono al seguente finale:

NORD

 4

* 9 8

 --

 --

OVEST                                                                                        EST

 --                                                                                           F 8 5

* --                                                                                           * --

 --                                                                                           --

 --                                                                                           --

SUD

 R 7

* --

 9

 --

Belladonna giocò cuori dal morto e Est non poté impedirgli di fare ancora due prese. Se avesse tagliato con il 5, il dichiarante avrebbe surtagliato con il 7; se invece avesse tagliato con l’8 oppure con il Fante, il dichiarante lo avrebbe lasciato in presa scartando l’ultima quadri e costringendolo a ritornare sotto la forchetta di atout.

Belladonna, così, riuscì a mantenere questo contratto di 4 picche con soli 20 punti e con le cinque atouts mancanti tutte a nella mano di un solo avversario.

Questo brillante risultato fu raddoppiato da Bianchi e Messina in sala aperta. Ecco la dichiarazione al loro tavolo:

SUD                     OVEST                NORD                 EST

Hall                      Messina              Norback             Bianchi

1 picche               4 cuori                contro               surcontro

 passo                   passo                  passo

 

La dichiarazione della coppia italiana risente indubbiamente della particolare situazione della partita e ha un poco il sapore di “bagarre”.

Tagliato l’attacco di Asso di quadri, Messina continuò con il Fante di fiori. Norback superò con l’Asso e ritornò a quadri. Dopo aver tagliato, il dichiarante proseguì a fiori. Sud prese con il Re e intavolò il Re di quadri. Se Messina avesse tagliato il contratto sarebbe stato battuto in quanto, essendo le atouts divise quattro e uno, il dichiarante sarebbe rimasto con una atout in meno di Nord e non avrebbe potuto incassare le fiori vincenti (se poi avesse tentato dì effettuare le sue dieci prese totalizzando le sei cuori della mano, due tagli al morto, l’Asso di picche e la donna di quadri, Nord avrebbe impedito questo piano di gioco scartando la sua quarta quadri sul primo taglio di fiori). Ma Messina si cautelò dalla cattiva divisione delle atouts e sul Re di quadri scartò una fiori. A questo punto la difesa non poté impedirgli di mantenere il suo contratto.

Alla fine del match Messina disse di aver lungamente sofferto prima di cedere il Re di quadri a Sud. È vero che il gioco di sicurezza lo consigliava a cedere la presa, ma era vero anche che la situazione critica della partita lo induceva a non rinunciare alla possibilità di una presa in più surcontrata... Ecco ora la seconda mano:

NORD

 F 6

* D F 9 5 3

 7 2

 10 7 6 5

OVEST                                                                                    EST

 A 10 9 4 3 2                                                                       R D 8 7 5

* 6 2                                                                                     * --

 F 8 6                                                                                  A 10 9 4 3

 F 2                                                                                     D 4 3

SUD

 --

* A R 10 8 7 4

 R D 5

 A R 9 8

 

Nord-Sud in zona. La dichiarazione:

Stanza chiusa

NORD                 EST                      SUD                    OVEST

Belladonna         Axelsson              Garozzo              Holmgren

passo                   1 picche             2 picche              2 S.A.

3 cuori                  passo                4 S.A.                  5 picche

passo                    passo                6 cuori                 passo

passo                    6 picche            contro                 passo

passo                    passo

 Stanza aperta

NORD                 EST                      SUD                    OVEST

Hall                   Messina               Norback               Bianchi

passo                2 picche               3 picche               4 picche

passo                 passo                   5 cuori                 passo

6 cuori               passo                   passo                   passo

Il contratto di 6 cuori, come si vede, è infattibile dato che il dichiarante non può evitare di perdere una quadri ed una fiori. In sala chiusa Garozzo chiamò giustamente lo slam in quanto a carte coperte aveva molte probabilità di successo. Infatti se Nord ha tre picche, dodici prese possono essere realizzate con tre tagli a picche, cinque cuori, due quadri e due fiori; se poi Nord ha sei carte di cuori, sono sufficienti due soli tagli a picche. Sui 6 cuori di Garozzo gli svedesi non vollero correre grossi rischi e fecero la loro « assicurazione » difendendo con 6 picche. Questo contratto venne battuto di due prese.

In sala aperta Bianchi e Messina effettuarono una più valida interdizione (anche se una dichiarazione di 5 picche da parte di Bianchi avrebbe messo maggiormente in crisi gli avversari) e le cuori furono chiamate per la prima volta all’altezza di cinque. Nord, in possesso di cinque atouts, ritenne di dover aumentare a sei. Anche in questo caso la particolare situazione della partita influì sulla decisione di Bianchi e Messina. Se ci fosse stato un vantaggio da difendere, senza dubbio i giocatori italiani (specialmente Bianchi con l’Asso di picche sesto sull’apertura di 2 picche del compagno) avrebbero fatto la loro brava assicurazione difendendo con 6 picche, ma poiché essi erano alla disperata ricerca di punti preferirono passare correndo in questa maniera il rischio di subire un piccolo slam in zona. E anche in questa circostanza la loro decisione fu premiata.

 

Problema della settimana

NORD

 A D 6 3

* 7 6 4

 8 3

 9 7 5 3

OVEST                                                                            EST

 R 9 4                                                                          F 10 8 7

* R F 9 2                                                                       * 10 8

 10 6 5                                                                        7 2

 8 6 2                                                                          R D F 10

SUD

 5 2

* A D 5 3

 A R D F 9 4

 A

Ovest attacca con il 6 di fiori. Come deve giocare Sud per mantenere il contratto di 5 quadri contro qualsiasi difesa?

 

 Vedi Soluzione

 

Home | Indietro